Le imprese su Telegram: ecco perché piacciono ai consumatori

Recentemente alcuni gruppi di imprenditori, per far fronte alla sempre più stretta necessità di sviluppare la propria comunicazione online, mi hanno chiesto un modo facile e rapido per arrivare direttamente ai consumatori. Non avevano tempo, non avevano conoscenze informatiche o di strategia particolari, non avevano altri mezzi se non il loro smartphone per creare eventiContinua a leggere “Le imprese su Telegram: ecco perché piacciono ai consumatori”

Psicologia dell’informatico: 5 esercizi per vivere felici tra modelli umani e circuiti emotivi

Sei volte in un mese. Sebbene come consulente sia normale vedere emergere i punti deboli in un’organizzazione, non mi era successo con così tanta frequenza, e sei volte in un mese non possono certo passare inosservate. Sto parlando delle volte in cui qualcuno – tipicamente un imprenditore o un responsabile della comunicazione esasperato – miContinua a leggere “Psicologia dell’informatico: 5 esercizi per vivere felici tra modelli umani e circuiti emotivi”

Come (non) si ragiona in gruppo: psicologia delle folle

“Quelli lì sono matti!” “Ma come possono dire (o fare) una cosa simile?” “Come hanno potuto commettere una tale aberrazione?” “Quello là, appena è entrato in quel gruppo (o partito, o associazione) si è trasformato! Non era così!” Quante volte abbiamo detto o sentito dire cose simili? E le domande sono lecite: sembra che unaContinua a leggere “Come (non) si ragiona in gruppo: psicologia delle folle”

Microcredito e sostenibilità: una teoria del cambiamento per una (diversa) ripartenza

 A chi si rivolge questo articolo? Agli imprenditori, a chi si occupa di social business e microfinanza, alle associazioni di categoria, a chi si vorrebbe mettere in opera per una ripresa economica nel nostro Paese. E a tutti coloro, in generale, che ritengono che non si possano risolvere i problemi (anche quelli finanziari e commerciali)Continua a leggere “Microcredito e sostenibilità: una teoria del cambiamento per una (diversa) ripartenza”

Disoccupazione: crisi economica e allarme per la salute mentale. Cosa fare?

Sebbene ci siano irriducibili con la logora bandiera in mano dell’”andrà tutto bene”, non sta andando affatto tutto bene, e da nessun punto di vista. Almeno non per tutti, ma tolti i pochi che stanno facendo bagni di consenso e affari d’oro, possiamo tranquillamente presumere che la situazione sia generalizzata. Da una nostra recente ricerca,Continua a leggere “Disoccupazione: crisi economica e allarme per la salute mentale. Cosa fare?”

Autismo e impresa: benvenuti in un mondo possibile

Quando nel 2000 Thorkil Sonne si rese conto che suo figlio Lars stava crescendo in modo anomalo, la sua vita cambiò radicalmente. Lars poteva dondolarsi su un’altalena per ore ed essere felice; invece di giocare con altri bambini, preferiva sedersi da solo, e persino la comunicazione con i suoi genitori sembrava piuttosto difficile. A ThorkilContinua a leggere “Autismo e impresa: benvenuti in un mondo possibile”

Un nuovo appello ufficiale: evitiamo che i bambini indossino la mascherina quando non è necessario

Arriva un nuovo appello, che nelle prossime ore verrà inviato al nostro Governo, dal gruppo di esperti del Gruppo di Lavoro Scuola Bene Comune. Nuovamente abbiamo lavorato in modo trasversale e multidisciplinare. L’appello si basa sulle argomentazioni scientifiche in merito all’efficacia e alla sicurezza dell’uso continuativo delle mascherine nelle scuole, unitamente a quelle giuridiche. LaContinua a leggere “Un nuovo appello ufficiale: evitiamo che i bambini indossino la mascherina quando non è necessario”

Un'”esplosione di speranza”: il Social Business

Ne hanno parlato in molti dagli anni 90 ai primi del 2000, ne hanno ri-parlato dopo l’uscita del libro del Nobel Muhammad Yunus: “A world of Three Zeros” (1), e ne stanno ora comprendendo l’importanza sempre più persone, anche lontane dalla cultura di appartenenza di Yunus ma vicine al concetto di economia sociale (che potrebbeContinua a leggere “Un’”esplosione di speranza”: il Social Business”

La scuola è malata, ma arrivano le cure: la proposta di Scuola Bene Comune

In un momento di tempesta, con il coperchio del vaso di Pandora per aria e le paure diffuse come foglie al vento, qualcuno si è riparato sotto il capanno degli attrezzi: il capanno della scienza, della pedagogia e della tecnica. E ha prodotto. Sono felice di presentare anche sul mio blog l’esito di questo primoContinua a leggere “La scuola è malata, ma arrivano le cure: la proposta di Scuola Bene Comune”